generale

CARCERE DI VITERBO, S’IMPICCA UN DETENUTO. E’ IL 47° SUICIDIO DEL 2013, PER UN TOTALE DI 145 DECESSI

  Viterbo, 10 dicembre. Paul Badea, persona detenuta rumena di 51 anni, si è suicidato venerdì 6 dicembre nel carcere di Viterbo. Da quanto si è appreso pare che Badea fosse in cella da solo e che si sia ucciso introno alle ore 23 utilizzando un pezzo di lenzuolo. Con questo suicidio salgono a 47 le persone detenute che si sono tolte la vita quest’anno, per un totale di 145 decessi registrati dall’inizio del 2013

CARCERE DI REBIBBIA, MUORE UN DETENUTO DI 28 ANNI. E’ IL 142° DECESSO DEL 2013 ED E' L’11° MORTO SOLO A REBIBBIA

  Roma, 28 nov. Cristian Mendoza, una ragazzo detenuto di 28 anni, è deceduto ieri notte nel carcere Rebibbia di Roma. Non sono ancora chiare le cause del decesso, ma pare che il ragazzo sia morto dopo aver inalato il gas delle bombolette che i detenuti usano per cucinare. Cristian Mendoza è l’undicesimo detenuto che quest’anno è morto nel carcere di Rebibbia. Un penitenziario sovraffollato, che ospita oltre 1750 detenuti, e dove da mesi manca ancora il direttore titolare. Salgono così a 142 le persone detenute morte dall’inizio del 2013 nelle carceri italiane, tra cui ben 46 sono stati i suicidi

IL CAPO DEL DAP: SARA' DIFFICILE RISPETTARE LA SENTENZA DI STRASBUGO SULLE CARCERI

  Bruxelles, 27 novembre. Una sentenza quasi impossibile da rispettare, quella con cui la Corte dei diritti umani di Strasburgo ha condannato l'Italia a ridurre la popolazione carceraria entro un anno. 'Difficilmente
riusciremo a coprire quel gap di circa 10 mila persone in piu' rispetto ai posti disponibili', ha detto oggi Giovanni Tamburino, capo del Dap, il Dipartimento di Amministrazione Penitenziaria, a margine della 18esima Conferenza degli Amministratori penitenziari organizzata dal Consiglio d'Europa a Bruxelles. (ANSA)
p.s. Ma va?

ANCHE IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA SMENTISCE RENZI. PAGANO (VICE CAPO DEL DAP): "A FIRENZE L’ICAM ANCORA NON C’E’"

    Roma, 16 ottobre. Il vice capo del Dap, Luigi Pagano, intervenendo ieri durante la rubrica Radiocarcere in onda su Radio Radicale, smentisce il sindaco di Firenze che domenica, intervistato da Lucia Annunziata, aveva detto con orgoglio: “A Firenze siamo stati i primi ad aver fatto l'Icam (l’istituto a custodia attenuata per le donne detenute madri)

DA RENZI FALSITA’ SUI BAMBINI DETENUTI A SOLLICCIANO. A FIRENZE L’ICAM NON ESISTE.

    Matteo Renzi, intervistato da Lucia Annunziata, nel corso della trasmissione In Mezz'ora su Rai 3, ha affermato che a Firenze sono stati i primi in Italia ad aver fatto l'Icam, mentre il primo Icam è stato creato a Milano già diversi anni fa e a Firenze ancora non esiste

CARCERI: LA CONSULTA DICHIARA INAMMISSIBILI I RICORSI SUL RINVIO DELLA PENA

  Roma, 9 ott. -  La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibile la questione sollevata dai tribunali di sorveglianza di Venezia e Milano che puntava ad ampliare i motivi per cui può essere differita l'esecuzione di una condanna in carcere, introducendo fra essi anche il sovraffollamento carcerario e le condizioni disumane di detenzione.
Ecco il comunicato della Consulta:

IL MESSAGGIO INVIATO ALLE CAMERE DAL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SUL SOVRAFFOLLAMENTO CARCERARIO

  Roma, 8 ott. - Ecco il testo del messaggio del Presidente della Repubblica

SCHEDA: SONO 11 I MESSAGGI INVIATI DAI PRESIDETI DELLA REPUBBLICA

    Sono 11 in tutta la storia della Repubblica i messaggi inviati dai Presidenti della Repubblica, ai sensi dell'art. 87 cost. Ecco i precedenti:

IL PRESIDENTE NAPOLITANO CONSEGNA ALLE CAMERE IL MESSAGGIO SULLE CARCERI

  8 ott. - Il segretario della presidenza della repubblica, Donato Marra, ha consegnato alle Camere il messaggio del presidente della Repubblica sulla questione carceraria. Un messaggio, il cui contenuto era stato già anticipato dal Presidente Napolitano il 28 setttembre, nel corso di una sua visita nel carcere di Poggioreale. In quell’occasione il Presidente ha detto: “ …Pongo dunque al Parlamento l'interrogativo se esso non ritenga di dover prendere in considerazione la necessità di un provvedimento di clemenza, di un provvedimento di indulto e di amnistia.”. ECCO IL TESTO DEL MESSAGGIO

DETENUTO SI IMPICCCA NEL CARCERE DI SECONDIGLIANO. E' il 39° suicidio del 2013.

  Napoli, 30 sett. - Luciano De Marco, di 35 anni, si è impiccato giovedì 26 settembre nella sua cella del reparto psichiatrico del carcere di Secondigliano. Salgono così a 39 i detenuti che si sono suicidati dall'inizio del 2013, per un totale di 121 decessi.